Dal Sassuolo a Verona: le cinque giornate dell’Inter di Conte

La partita contro la Juventus ha concluso il primo mini-ciclo di sette partite della stagione dell’Inter. Ciclo in cui i nerazzurri, analizzando le sole cinque gare di campionato, sono riusciti a totalizzare 12 punti su 15 disponibili battendo avversarie ostiche come Milan e Lazio e arrendendosi solo agli otto volte campioni d’Italia. Il nuovo ciclo di sette gare che partirà domenica 20 ottobre a Sassuolo – dopo la sosta per le nazionali – potrebbe finalmente dare la dimensione dell’Inter di Conte.

I prossimi cinque impegni dei nerazzurri in campionato sono, almeno sulla carta, facili. La squadra di Conte infatti affronterà il Sassuolo a Reggio Emilia, il Parma in casa, poi avrà la doppia trasferta di Brescia (turno infrasettimanale) e Bologna e infine l’impegno casalingo con l’Hellas Verona. Il tecnico salentino probabilmente non sarà d’accordo sulla definizione di “avversarie facili”, ma è indubbio che l’Inter ha una grande chance di centrare un filotto importante in ottica campionato e, soprattutto, nell’ottica del raggiungimento di una consapevolezza ormai vicina, ma non ancora giunta completamente.

Possono, però, cinque partite abbordabili dare l’idea della dimensione della squadra? Sì, se si considerano i precedenti. Lo scorso anno contro le tre squadre presenti in Serie A (Sassuolo, Parma e Bologna) l’Inter totalizzò sette punti in sei partite, cinque in meno di quelli fatti nelle doppie sfide con Napoli, Milan e Lazio. Soprattutto la sfida di Reggio Emilia è tra le più toste perché al Mapei Stadium l’Inter ha vinto appena due volte in sei incontri.

Il passo tra l’essere una squadra che lotta per il quarto posto e l’essere una squadra che lotta ai vertici passa più dalle sfide con le cosiddette piccole che con quelle con le grandi. Le prossime cinque, quindi, potranno dire se l’Inter è matura per competere per le prime posizioni oppure se cadrà negli errori del passato, sottovalutando avversari non di prestigio. La presenza di un martello come Conte, però, può rassicurare sul fatto che i giocatori non entreranno in campo con la presunzione di vincere.

Cinque giornate dunque. Espressione che a Milano richiama imprese storiche, richiama un tentativo di rovesciare il potere costituito, di provare a fare qualcosa di nuovo. Sotto la guida del generale Conte.

I prossimi impegni dell’Inter:

Sassuolo-Inter, domenica 20 ottobre ore 12:30
Inter-Borussia Dortmund, mercoledì 23 ottobre ore 21:00
Inter-Parma, sabato 26 ottobre ore 18:00
Brescia-Inter, martedì 29 ottobre ore 21:00
Bologna-Inter sabato 2 novembre ore 18:00
Borussia Dortmund-Inter, martedì 5 novembre ore 21:00
Inter-Hellas Verona, sabato 9 novembre ore 18:00