Campionato Primavera, Colidio ed Esposito mandano l’Inter in finale: Roma battuta

A Sassuolo va in scena la seconda semifinale del Campionato Primavera per stabilire chi, tra Inter e Roma, incontrerà in finale l’Atalanta.
Madonna si affida a un 3-5-2 in cui Salcedo e Colidio sono le due bocche da fuoco offensive, mentre De Rossi, orfano di Riccardi, punta sul 4-3-3 con Celar – autore di una tripletta ai nerazzurri in regular season – al centro dell’attacco.

Parte meglio la Roma che al 6′ sfiora il gol proprio con Celar. Il bomber sloveno, però, è poco lucido e spara sulla traversa un tap-in a Dekic battuto. Due minuti dopo ecco l’Inter, con Salcedo che scalda i guanti di Greco. Dopo una buona partenza dei giallorossi, emergono i giovani di Madonna che sfiorano il vantaggio prima con Colidio, imbeccato da Zappa, e poi con Salcedo, che manda a lato un cross dell’ottimo Grassini. Al 22′ l’episodio che sblocca il match: Colidio si procura e trasforma il rigore che porta i nerazzurri sull’1-0.
La rete dà entusiasmo ai ragazzi di Madonna che cominciano a imporsi grazie alle buone prove di Gavioli e Pompetti, che, con la loro pressione, inducono spesso i giallorosi all’errore. L’Inter, però, non riesce a trovare il guizzo del 2-0 e la Roma mette la testa fuori dal guscio. Al 36′ i ragazzi di De Rossi vanno a un passo dall’1-1, ma Cangiano, dopo esser sfuggito a Zappa, trova un grande Dekic a dirgli di no da pochi passi.
Si va al riposo dopo 45′ divertenti e con l’Inter a condurre le danze.

I nerazzurri escono bene dai blocchi e vanno subito vicini al raddoppio con Gavioli, che di testa manda a lato un cross di Zappa. Dopo 20′ l’Inter sembra in controllo, ma non riesce a sfruttare gli spazi che la Roma, obbligata a trovare il gol del pareggio, lascia.
De Rossi, passa al 4-2-4, mentre Madonna si affida a Esposito, che prende il posto di Colidio, per chiudere il match. La mossa offensiva fa alzare il baricentro dei giallorossi, che non passano, però, nella difesa nerazzurra, comandata da capitan Nolan, autore di una partita perfetta.
All’80’ l’Inter chiude i conti. Salcedo porta palla fino al limite dell’area e serve Esposito, che, freddissimo, batte Greco con un bel diagonale dal limite dell’area. Un predestinato il classe 2002, che si dimostra sempre di più un prospetto dal sicuro avvenire segnando anche il rigore – procurato da Schirò – del 3-0 finale.

Venerdì toccherà quindi all’Inter contendere all’Atalanta il titolo di Campione d’Italia del Campionato Primavera.

TABELLINO

INTER-ROMA 3-0
Marcatori: 24′ rig. Colidio, 80′, 90′ rig. Esposito

INTER (3-5-2): 1 Dekic; 22 Zappa, 4 Nolan (C), 6 Rizzo; 2 Grassini (59′ Persyn 7), 8 Gavioli (67′ Gianelli 26), 5 Pompetti (83′ Roric 24), 14 Schirò, 3 Corrado; 11 Salcedo (83′ Vergani 9), 18 Colidio (67′ Esposito 20).
A disposizione: 12 Pozzer, 21 Stankovic, 7 Persyn, 9 Vergani, 10 Merola, 13 Van Den Eynden, 16 Ntube, 17 Attys, 20 Esposito, 23 Mulattieri, 24 Roric, 26 Gianelli.
Allenatore: Armando Madonna.

ROMA (4-3-3): 1 Greco; 14 Parodi (77′ Silipo 18), 5 Cargnelutti (C), 4 Bianda (87′ Trasciani 13), 3 Semeraro (65′ st Besuijen 17); 21 Darboe, 6 Pezzella, 8 Greco; 7 D’Orazio, 9 Celar (87′ Bucri 19), 11 Cangiano (65′ st Estrella 20).
A disposizione: 24 Cardinali, 13 Trasciani, 15 Santese, 16 Simonetti, 17 Besuijen, 18 Silipo, 19 Bucri, 20 Estrella, Galeazzi, 22 Nigro, 23 Buttaro, 25 Tripi, 26 Bove.
Allenatore: Alberto De Rossi.

Ammoniti: 26′ Pompetti (I), 74′ Darboe (R)

Espulsi: 90′ Cargnelutti (R)

fonte foto: twitter.com/Inter